Scrivi qui il tuo e-mail, se vuoi ricevere, gratuitamente, la nostra NEWSLETTER periodica e l'aggiornamenti sui nuovi prodotti.

  Cancella

Il DOLORE

- Eliminare il DOLORE... una tappa obbligata!

- La metodica TENS...

- Teoria del "Gate Control"

- Le ENDORFINE

- La frequenza degli impulsi nella terapia antalgica

- Il posizionamento degli elettrodi nella stimolazione antalgica

NMS Tecniche di Elettrostimolazione Neuro Muscolare

- La forma d'onda

- La frequenza di stimolazione

- La larghezza d'impulso

- Le FASI della elettrostimolazione

- Il posizionamento degli elettrodi

FES (functional stimulation)

INCONTINENZA

- L'incontinenza da sforzo, solitamente dovuta a deficit sfinterico.

- Incontinenza da instabilità vescicale

- Incontinenza mista

- L’elettrostimolazione perineale

- Effetti della elettrostimolazione perineale

- Pesi per ginnastica perineale


- Home

- Wyświetl koszyk

- Polityka transportu

Eliminare il DOLORE…...una tappa obbligata!

   Il DOLORE è il sintomo che più negativamente influisce sull'equilibrio psico-fisico dell'individuo fino al punto di impedirgli il reclutamento delle motivazioni e delle energie interne di difesa. L’accertata azione antalgica della stimolazione elettrica è attribuibile a meccanismi diversi in funzione dell'intensità e della durata degli impulsi così:

   - Impulsi BREVI e ad intensità moderata andranno ad interessare SOLTANTO le fibre a GRANDE DIAMETRO (più sensibili e a velocità di conduzione più elevata). L'azione antalgica deriva da un BLOCCO del dolore a livello delle CORNA POSTERIORI DEL MIDOLLO SPINALE. Tale AZIONE ANTALGICA sarà IMMEDIATA e di BREVE DURATA.

   - Impulsi più lunghi e con intensità superiore stimolano contemporaneamente fibre "sensitive" e fibre "DOLORIFICHE", PERTANTO LA LORO AZIONE ANTALGICA non è attribuibile al meccanismo del gate-control ma alla STIMOLAZIONE RIFLESSA del sistema centrale preposto alla produzione di SOSTANZE MORFINO-SIMILI (ENDORFINE-ENCEFALINE).

   Il sistema centrale di regolazione del dolore produce queste sostanze, ad effetto antalgico, ogni qualvolta riceve una "segnalazione di dolore" dalla periferia; la quantità di endorfine prodotta normalmente, è però appena sufficiente a limitare il dolore a livelli "sopportabili". Una "iper-secrezione" stimolata (a livello dell'ipofisi) di queste sostanze può ridurre ulteriormente la "sensazione dolore" fino a farla scomparire.