Scrivi qui il tuo e-mail, se vuoi ricevere, gratuitamente, la nostra NEWSLETTER periodica e l'aggiornamenti sui nuovi prodotti.

  Cancella

Il DOLORE

- Eliminare il DOLORE... una tappa obbligata!

- La metodica TENS...

- Teoria del "Gate Control"

- Le ENDORFINE

- La frequenza degli impulsi nella terapia antalgica

- Il posizionamento degli elettrodi nella stimolazione antalgica

NMS Tecniche di Elettrostimolazione Neuro Muscolare

- La forma d'onda

- La frequenza di stimolazione

- La larghezza d'impulso

- Le FASI della elettrostimolazione

- Il posizionamento degli elettrodi

FES (functional stimulation)

INCONTINENZA

- L'incontinenza da sforzo, solitamente dovuta a deficit sfinterico.

- Incontinenza da instabilità vescicale

- Incontinenza mista

- L’elettrostimolazione perineale

- Effetti della elettrostimolazione perineale

- Pesi per ginnastica perineale


- Home

- Wyświetl koszyk

- Polityka transportu

L'incontinenza da sforzo, solitamente dovuta a deficit sfinterico.

   Caratterizzata da perdite sporadiche o ripetitive di urina, durante uno sforzo di qualsiasi natura (anche un semplice colpo di tosse) ed in assenza di attività detrusoriale.

   L'incontinenza da sforzo viene normalmente trattata con impulsi di stimolazione ad una frequenza relativamente elevata (da 50 a 100 Hz.), interessando principalmente la componente fasica delle fibre muscolari, destinate ad intervenire rapidamente con sforzi intensi ma brevi.

   La larghezza degli impulsi da utilizzare può essere variata da 100 a 500 usec., in funzione della sensazione soggettiva della paziente.