Scrivi qui il tuo e-mail, se vuoi ricevere, gratuitamente, la nostra NEWSLETTER periodica e l'aggiornamenti sui nuovi prodotti.

  Cancella

Il DOLORE

- Eliminare il DOLORE... una tappa obbligata!

- La metodica TENS...

- Teoria del "Gate Control"

- Le ENDORFINE

- La frequenza degli impulsi nella terapia antalgica

- Il posizionamento degli elettrodi nella stimolazione antalgica

NMS Tecniche di Elettrostimolazione Neuro Muscolare

- La forma d'onda

- La frequenza di stimolazione

- La larghezza d'impulso

- Le FASI della elettrostimolazione

- Il posizionamento degli elettrodi

FES (functional stimulation)

INCONTINENZA

- L'incontinenza da sforzo, solitamente dovuta a deficit sfinterico.

- Incontinenza da instabilità vescicale

- Incontinenza mista

- L’elettrostimolazione perineale

- Effetti della elettrostimolazione perineale

- Pesi per ginnastica perineale


- Home

- Wyświetl koszyk

- Polityka transportu

Vaginal Weights

   La perfetta continenza urinaria, ovvero la capacità di trattenere le urine, anche in presenza di sollecitazioni (sforzi, sternuti, colpi di tosse) fino al raggiungimento di un luogo idoneo alla minzione, dipende in gran parte dal “tono di base” dei muscoli pelvici e dalla loro capacità di reagire agli aumenti di pressione addominale, provocati appunto da sforzi, starnuti, colpi di tosse, etc.. Il tono di base è necessario per far si che gli organi “chiave” della continenza urinaria (vescica, uretra) rimangano nella loro posizione ottimale.I muscoli perineali, in sostanza, devono essere in grado di:mantenere nel tempo una minima contrazionecontrarsi energicamente e rapidamente in caso di aumento improvviso della pressione addominale.

   Anche i muscoli perineali, come qualsiasi altro muscolo, quando è “fuori allenamento”, può provocare disfunzioni, che vanno dall’incontinenza urinaria “da sforzo” alla scarsa qualità dei rapporti sessuali. L’impiego dei pesi vaginali, per l’esercizio della muscolatura perineale, risale a venti anni fa. Il principio è molto semplice e, come tutte le cose semplici, si è rivelato abbastanza efficace. La presenza in vagina di un peso calibrato, che tende ad uscire, se i muscoli non sono adeguatamente contratti, suscita il “bisogno” di contrarre la muscolatura appropriata e l’”allenamento” diventa automatico. Del resto è molto più semplice stringere “qualcosa” che stringere “nulla”, ed è automatico per i muscoli reagire, contraendosi, quando qualcosa “tocca” la superficie sensibile del muscolo stesso.